Lilypie First Birthday tickers

Lilypie First Birthday tickers

giovedì 19 febbraio 2009

Cotechino fresco

Ormai le vacanze di Natale non ce le ricordiamo più, però nel frigorifero e nella credenza ci sono ancora pacchettini e vasetti degli ormai classici cesti. Ho avuto la fortuna di ricevere anche un bel cotechino FRESCO e non precottto! Così ho scoperto grazie alla mia collega Dolores come si cucina!


Togliere il cotechino dalla confezione e inserire degli stuzzicadenti alle basi per permettere al grasso di uscire dai fori durante la cottura.








Avvolgere il cotechino in un canovaccio e legare le estremità con dello spago. Metterlo in una pentola molto capiente piena di acqua Fredda. Accendere il fuoco e far cuocere 2 h da quando bolle (i tempi di cottura sono riferiti ad un cotechino piccolo da 500 g, se fosse più grande far cuocere anche di più).








Una volta cotto toglierlo dal fuoco, affettarlo e servirlo a piacimento, io l'ho fatto con le lenticchie! Il cotechino quando è cotto è bello morbido se punzecchiato con la forchetta.





P.S. in alternativa al canovaccio, che sicuramente alla fine sarà imbevuto di grasso e praticamente da buttare, è possibile avvolgere il cotechino in semplice carta stagnola e bucherellarlo bene da parte a parte, oppure lasciare degli stecchini lunghi inseriti.

Buon appetito!

28 commenti:

  1. grazie per le informazioni

    RispondiElimina
  2. prego, dimmi se viene buono!

    Lauretta

    RispondiElimina
  3. IL COTECHINO VA COTTO AL VAPORE CON ACQUA DI COTTURA AROMATIZZATA CON SEDANO CAROTA CIPOLLA RICORDANDOSI PRIMA DI FORARLO CON LO STUZZICADENTE IN MODO ABBONDANTE.COTTURA CIRCA 3 ORE

    RispondiElimina
  4. Grazie..oggi me lo faccio pure io allora.
    Ma poi lo straccio lo butti immagino, sarà imbevuto di grasso di cotechino!?

    Ciaoo.

    Andrea

    RispondiElimina
  5. Ciao Lauretta, stavo cercando una ricetta sul cotechino fresco e sono capitato sul suo blog. Seguirò la tua ricetta. Grazie Ciao Davide

    RispondiElimina
  6. spero che venga! Non è complicato. Il canovaccio utilizzato alla fine sarà imbevutissimo di grasso.
    Buona preparazione!

    Lauretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lauretta, anch'io faccio spesso il cotechino, lo metto in acqua fredda e con 2 stuzzicadenti ai lati.
      Il canovaccio non lo metto, cambio però l'acqua dopo un ora mettendola calda. A cosa serve lo strofinaccio? Il mio cotechino viene buono lo stesso. Ciao e grazie...

      Elimina
  7. ciao,ora mi ricordo(dopo averlo letto)la mia mamma lo faceva proprio così,grazie e BUON ANNO.

    RispondiElimina
  8. Son contenta di averti fatto tornare alla mente la ricetta della mamma! Quando si ripropongono piatti già cucinati in famiglia tutto acquista un'altro sapore!
    Buona Anno

    Lauretta

    RispondiElimina
  9. mi avete fatto propio venire voglia di cotechigno!!!!!! mo me lo scasso

    RispondiElimina
  10. Lo sto preparando in questo istante!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ringrazio x i suggerimenti, così il menù di mezzogiorno sarà cotechino e lenticchie. Grazie e ciao.

    RispondiElimina
  12. salve avrei una domanda da porti: ho 4 cotechini da 500 g cd. devo usare 4 canovacci o vanno bene tutti e 4 i cotechini in uno? inoltre posso fare il tutto un giorno prima? e poi come lo riscaldo il giorno dopo?

    RispondiElimina
  13. Ciao anonimi vari!
    Rispondo all'ultima domanda e aggiungo altri suggerimenti: 4 cotechini andrebbero messi in 4 stracci diversi, però è un peccato avere 4 stracci praticamente da buttare! Suggerisco una validissima alternativa che è la carta stagnola.
    Avvolgere ogni singolo cotechino in carta stagnola, chiudere bene le estremità e poi bucherellare con uno stuzzicadenti o lasciarli direttamente dentro, come nella foto.
    Sicuramente si può fare tutto il giorno prima, mettere in frigo o sul balcone e scaldare il giorno dopo.
    Per riscaldarli se li fai con le lenticchie non c'è problema, tagli il cotechino a fette e lo metti in una padella con le lenticchie e riscaldi il tutto insieme. Puoi scaldarli anche al forno, ma sicuramente ci vuol più tempo e si asciugano anche di più.
    Se li fai da soli li puoi scaldere comunque in padella aggiungendo magari un filo d'acqua o di brodo per non farli asciugare.
    Spero di esserti stata di aiuto!

    Lauretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scladare il cotechino, è meglio farlo da intero e se possibile in acqua o brodo bollente, poi lo scoli aspetti un po' e lo affetti. In padella tende a fare la crosticina e insieme alle lenticchie viene tutto un pastrocchio. A mio avviso il cotechino con le lenticchie va servito tagliato bene con le lenticchie affianco e non tutto insieme.

      Elimina
  14. grazie dei suggerimenti a tutti, sto cucinando lenticchie e cotechino fresco come avete indicato, verrà sicuramente bene, cenerò con mio maritino e attenderemo il 2012 sperando che sia più "buono" del 2011!!!!! Chissà?!?!?! In ogni caso forza a tutti bisogna lottare, un saluto a tutti. Mirella da Avigliana TO

    RispondiElimina
  15. il cotechino si cuoce in circa un'ora e non 3 come detto da qualcuno e in acqua normale e non aromatizzat come detto da un'altro!

    RispondiElimina
  16. Un altro si scrive SENZA APOSTROFO!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. ci vogliono almeno tre ore!!!

    RispondiElimina
  18. Ebbene siamo arrivati al 2013! Il '12 non è stato meglio dell''11, lottiamo ancora. Quest'anno mi sono decisa tardi a fare la spesa per il cenone del 31 ed ho trovato solo cotechino freschi da cucinare: ho deciso di seguire tutti i consigli e mischiarli. Vi farò sapere e magari vi metterò tutti d'accordo. Buona fine e buon inizio!
    P.S.: scusate per gli errori grammaticali:-)

    RispondiElimina
  19. adesso ci provo anch'io! ho scoperto solo adesso che il mio compagno ha preso i cotechini FRESCHI! ce la farò in tre ore senza ammollo?

    buon anno a tutti!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao! Ho comprato un cotechino fresco al supermercato. è stato confezionato 2 giorni fa e non so quanto tempo ho perchè non si faccia cattivo in frigo. forse non ho la possibilità di mangiarlo subito, così pensavo di congelarlo. secondo te conviene dargli una sbollentata o cuocerlo prima di congelarlo? e poi, in pentola a pressione si può fare?

    RispondiElimina
  21. Ciao ,ma sapete che in commercio esistono dei validissimi sacchetti trasparenti per cottura senza grassi....cosi si chiamano.sacchetti forno per cottura dietetica(non proprio)da utilizzare sia nel micronde,a vapore e al forno.mia suocera emiliana doc mi ha insegnato di mettere il cotechino dentro uno di questi sacchetti,dopo averlo forato e il grasso che fuori esce rimane all' interno del sacchetto.ciaooo ps=lo trovate in alcuni supermercati dove cècarta stagnola,sacchetti per freezer ecc ecc ROBERTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIAO ROBERTA SONO CLOTILDE, SONO TANTI ANNI CHE CUCINO IL COTECHINO COME TE NEL SACCHETTO. IO NON BUCO NE IL COTECHINO NE IL SACCHETTO E LO METTO IN PENTOLA QUANDO L'ACQUA BOLLE, DEVO DIRE CHE IL MIO COTECHINO E SEMPRE BUONO E TENERO. E' SICURAMENTE IL METODO PIU VELOCE E CON RISULTATI OTTIMI CIAO

      Elimina
  22. buon dio il cotecchino deve e sottolineo deve essere grasso altrimenti che gusto c'è ??
    se si vuol mangiar dietetico direi che è utile...cambiar ricetta .....

    RispondiElimina
  23. ho ricevuto da poco dei piccoli cotechini freschi fatti da un norciano, peseranno all'incirca 100 gr l'uno, quindi mi vien da dire che il tempo di cottura sarà meno di 3 ore vero? forse 1 o poco più? cmq, la vera domanda è: se sono avvolti nella stagnola come faccio a controllare se sono cotti o meno? posso affondare la forchetta nonostante la stagniola? o devo toglierlo dall'acqua, aprire la stagnola e se non è pronto rimetterlo nell'acqua?

    RispondiElimina
  24. avrei una domanda: ho un cotechino fresco di 600g che voglio usare per fare il cotechino in galera. Significa che oltre alla normale cottura, poi dovrà bollire un'ora e mezza nel brodo. Devo comunque farlo bollire prima per 3 ore, o un po' meno? Grazie!

    RispondiElimina